Scarico di acque reflue

In assenza di una fognatura nel raggio di 100 m, solo per scarichi domestici ed assimilati, è possibile evitare l’allacciamento alla fognatura.

A tal fine è però necessario presentare istanza all’Ufficio Ambiente per l’autorizzazione allo scarico di acque reflue domestiche o ad esse assimilabili (attività commerciali, sportive, scolastiche, alberghiere) in ricettore diverso della pubblica fognatura, rispettando alcuni requisiti tecnici.

Ai sensi della Delibera di Consiglio Comunale n. 8 del 2/3/2016, l’istanza dovrà essere accompagnata da fotocopia del versamento della somma di € 300 per ciascuna richiesta.

Il pagamento può essere effettuato mediante:

  • versamento in contanti presso la Tesoreria Comunale (Banca UniCredit – Via Allende 13, Rivalta di Torino) negli orari di apertura della banca
  • versamento su conto corrente (IBAN IT 38 B 07601 01000 0000 16845 109)

In entrambi i casi dovrà essere riportata la seguente casuale: Istruttoria pratica per scarico in ricettore diverso da pubblica fognatura. Occorre inoltre indicare il nominativo del richiedente e l'indirizzo dell’allaccio. Le istanze non complete di tale ricevuta resteranno agli atti inevase.

L’istanza va presentata in bollo mediante il modulo qui allegato e la relativa scheda tecnica (mod. A/1).

Viceversa, in presenza di una fognatura entro il raggio di 100 m oppure di scarichi industriali, è fatto obbligo di realizzare l’allacciamento alla fognatura, per il quale occorre rivolgersi all'Ufficio Manutenzioni.