REFERENDUM ABROGATIVI 2022

01 Gen 2019

Il Ministero dell’Interno Dipartimento Affari Interni e Territoriali Direzione Centrale per i Servizi Elettorali, con circolare n. 29 dell’8 aprile 2022, ha reso noto che nella Gazzetta Ufficiale n. 82 del 7 aprile sono pubblicati i decreti del Presidente della Repubblica del 6 aprile 2022 con i quali sono stati indetti, per domenica 12 giugno 2022, i cinque referendum popolari abrogativi ex art. 75 della Costituzione, dichiarati ammissibili con sentenze della Corte costituzionale nn. 56, 57, 58, 59 e 60 in data 16 febbraio-8 marzo 2022, aventi il numero progressivo corrispondente all’ordine di deposito delle relative richieste presso la Corte di Cassazione e le seguenti denominazioni:

  • 1) Abrogazione del Testo unico delle disposizioni in materia di incandidabilità e di divieto di ricoprire cariche elettive e di Governo conseguenti a sentenze definitive di condanna per delitti non colposi;
  • 2) Limitazione delle misure cautelari: abrogazione dell'ultimo inciso dell'art. 274, comma 1, lettera c), codice di procedura penale, in materia di misure cautelari e, segnatamente, di esigenze cautelari, nel processo penale;
  • 3) Separazione delle funzioni dei magistrati. Abrogazione delle norme in materia di ordinamento giudiziario che consentono il passaggio dalle funzioni giudicanti a quelle requirenti e viceversa nella carriera dei magistrati;
  • 4) Partecipazione dei membri laici a tutte le deliberazioni del Consiglio direttivo della Corte di cassazione e dei consigli giudiziari. Abrogazione di norme in materia di composizione del Consiglio direttivo della Corte di cassazione e dei consigli giudiziari e delle competenze dei membri laici che ne fanno parte;
  • 5) Abrogazione di norme in materia di elezioni dei componenti togati del Consiglio superiore della magistratura.


Propaganda elettorale

Voto domiciliare per gli elettori affetti da infermità

Elettori temporaneamente all'estero per motivi di lavoro, studio o cure mediche e loro familiari conviventi

Scadenza opzione voto per corrispondenza: 11 maggio 2022

Gli elettori temporaneamente all'estero per motivi di lavoro, studio o cure mediche, iscritti all'A.I.R.E. del Comune di Rivalta di Torino, potranno comunicare all'Ufficio Elettorale di questo Comune, inderogabilmente entro l'11 maggio 2022, la loro volonta' di votare per corrispondenza all'estero.

Le opzioni dovranno essere preferibilmente inviate all'indirizzo PEC: protocollo.rivalta@cert.legalmail.it che riceve messaggi anche dagli indirizzi di posta elettronica tradizionali.

Altre modalità di invio sono: E-mail: elettorale@comune.rivalta.to.it oppure consegna all'Ufficio Protocollo dell'Ente nei normali orari di apertura al pubblico.

Il modello di opzione dovrà essere compilato in ogni sua parte,sottoscritto e corredato da fotocopia di documento di riconoscimento in corso di validità.

Per poter esercitare il diritto all'opzione del voto per corrispondenza e' necessario che l'elettore sia temporaneamente all'estero per un periodo di almeno tre mesi nel quale ricade la data di svolgimento della medesima consultazione elettorale.

Cittadini italiani residenti all'estero (A.I.R.E.)

Scadenza: 17 aprile 2022
Presentazione dell'opzione per esercitare il voto in Italia

Da INVIARE al CONSOLATO competente

Scarica il modulo