Emergenza abitativa

In ambito di emergenza abitativa l'Ufficio Casa si occupa di:

  • Ricevere segnalazioni di emergenza abitativa conseguenti a sfratto per morosità o per fine locazione, rilascio dell’immobile a seguito di separazione, ordinanza di rilascio.
  • Formare un elenco delle situazioni di emergenza abitative valutate dalla CEA comunale (Commissione Emergenza Abitativa) e finalizzato all’assegnazione di alloggi di edilizia sociale ai sensi dell’art. 10 della L.R. 3/2010.
  • ASLO - Agenzie Sociali di Locazione | informativa
    Misura che favorisce l’incontro tra e proprietari disponibili a stipulare contratti a canone concordato ai sensi dell’art. 2, comma 3, della legge 9 dicembre 1998, n. 431, inferiori a quelli praticati sul libero mercato, e famiglie in situazione di vulnerabilità ma in possesso di reddito certo.
  • FIMI - Fondo destinato agli Inquilini Morosi Incolpevoli | informativa
    Misura che consente, al nucleo famigliare con uno sfratto in corso, di permanere nello stesso appartamento mediante la stipula di un nuovo contratto convenzionato, applicando una riduzione del canone. In questo caso il proprietario avrà diritto a ricevere un contributo a fondo perduto sulla morosità pregressa, fino ad un importo massimo di € 8.000,00, e l’inquilino riceverà il contributo di una somma pari a 4-6-8 mensilità del canone d’affitto, in proporzione al reddito ISEE.
  • Aggiornare l’elenco dei proprietari di alloggi residenziali disponibili ad affittare a canone convenzionato | informativa
  • Fornire consulenza sui contratti a canone convenzionato.

Nella sezione Modulistica potete trovare i documenti necessari per presentare le vostre richieste.